Typoman – Recensione

0
295

Video recensione

Recensione

La storia di Typoman si svolge in un mondo pieno di lettere, nel vero senso della parola. Un mondo pieno di odio, paura e sofferenza. Un camion che scarica delle lettere, permetterà il mescolarsi di esse fino alla nascita del nostro protagonista: Hero. Il suo compito sarà combattere la corruzione che pervade il suo mondo, ma non sarà affatto facile.

L’atmosfera di “Typoman” riporta alla mente quella di un altro gioco indipendente: “Limbo”. Seppur siano molto diversi sotto vari punti di vista, entrambi possiedono un’atmosfera dark a tratti inquietante. “Typoman” è un gioco molto particolare: difatti non solo dovremo superare ostacoli e sfuggire ai nemici, ma dovremo anche modificare le parole che incontreremo sul nostro cammino.

Tali parole, ovviamente, saranno formate da delle lettere, le quali potranno essere spostate per formulare nuove parole. Ciò sarà possibile farlo sia con Hero, sia interagendo con il gamepad di Wii U. Cambiare le parole significherà cambiare il mondo di gioco.

Immaginate un enorme verme con delle lettere sul proprio corpo. Tali lettere formano la parola “Gorge”, che significa “ingozzare”. Se gli daremo una “D” come cibo, il verme cambierà il suo nome in “Gorged”, cioè “ingozzato”.

Dunque, ormai sazio, si addormenterà e ci permetterà di passare oltre e senza essere divorati. Come avrete potuto capire dall’esempio, questo gioco è in inglese, fatta eccezione per il menù di gioco, tradotto in italiano.

Nonostante la mancata traduzione in italiano, il gioco è facile da comprendere, visto che l’inglese in questione è veramente basilare. Inoltre potremo interagire con il Gamepad per sapere quali pensieri invadono la mente di Hero ed ottenere suggerimenti. Si potrà, in casi estremi, chiedere ulteriori suggerimenti per sapere con esattezza che parola comporre in una data zona del livello.

Ottime le musiche: perfettamente azzeccate alla desolazione del mondo di gioco. I personaggi invece non avranno voce.

Il gioco presenta una buona variabilità di situazioni: ostacoli, nemici, fughe ed interazione con l’ambiente. Due sono i difetti che, seppur non gravissimi, impediscono a “Typoman” di essere un capolavoro. Il primo riguarda un personaggio leggermente macchinoso: Hero sarà leggermente lento nei movimenti e questo porterà qualche difficoltà di troppo. Il secondo riguarda la longevità: “Typoman” è composto da tre capitoli, che potranno essere completati in un totale di tre ore di gioco, dopodiché non resterà più niente da fare.

Questo gioco è disponibile sul Nintendo eshop ed è meritevole di attenzioni, soprattutto per la sua originalità nel giocare con le lettere e, consequenzialmente, modificare il mondo di gioco. Se avete amato “Limbo” ed amate i platform e i puzzle games, credo proprio che “Typoman” possa fare al caso vostro.

N.P. Consiglio l’acquisto del prodotto entro il 26 Novembre, poiché si trova in offerta. Dopo il 26, il gioco sarà disponibile solo a prezzo pieno.