Recensione: Dystoria

0
92

VIDEORECENSIONE

RECENSIONE

In Dystoria siamo nel 1984 ed impersoneremo un ragazzo rapito dagli alieni. Portato sulla loro navicella, egli dovrà giocare ad un simulatore, per poterlo testare. La trama sostanzialmente è questa qui. E’ chiaro che gli sviluppatori abbiano voluto concentrarsi principalmente sul gameplay.

Risultati immagini per dystoria

Dystoria è uno shooter arcade stile anni 80. Il nostro obiettivo principale sarà quello di ottenere dei nuclei energetici, cioè gli Orb, per poi aprire un portale che ci condurrà nel livello successivo.

Oltre agli Orb, potremo anche esplorare le mappe di gioco per trovare i Nucleons, cioè dei nuclei più piccoli che potremo usare per potenziare la nostra astronave. Distruggendo i nemici potremo invece ottenere dei rottami, con i quali potremo comprare altre astronavi. Il gameplay è abbastanza divertente, anche se alla lunga potrebbe diventare monotono.

Gli sviluppatori, probabilmente per rendere il gioco un po più vario, hanno aggiunto una certa quantità di livelli dove dovremo solo distruggere nemici, piuttosto che cercare gli Orb, ma in sostanza l’esperienza di gioco non cambia affatto. Fortunatamente la grande quantità di aree segrete riesce a spezzare questa monotonia.

Risultati immagini per dystoria

Nota negativa sulla mappa, la quale resterà incollata alla navicella, impedendoci di poter controllare tutta la zona di gioco. Fortunatamente non ce ne sarà tanto bisogno, ma in certi casi la mappa non è stata utile per orientarsi nei vari livelli.

Nemici abbastanza intelligenti, con skin molto differenti, che dovranno essere distrutti con determinate strategie. Inoltre lungo i livelli sarà possibile trovare oggetti come le bombe, oppure dei potenziamenti per la salute e gli scudi. Infine sarà anche possibile passare dalle telecamera in terza persona a quella in prima persona, anche se vi consiglio di usare la prima.

Risultati immagini per dystoria

Molto colorata, stile gioco anni 80. La grafica non è di certo il pezzo forte del gioco. Se i livelli saranno abbastanza gradevoli da guardare, lo stesso non si può dire del filmato d’introduzione e della cella in cui saremo confinati: a dir poco orribili. Nulla da dire sulle nostre astronavi e sui nemici: davvero ben fatti.

Risultati immagini per dystoria

A mio parere la parte migliore del gioco. Dystoria ci rimanda indietro negli anni 80 principalmente con le sue musiche e con i classici effetti sonori come raggi laser, esplosioni. Giocando al titolo ho spesso ricordato i giochi che giocavo col SNES.

La trama si riduce a ciò che ho già detto, senza fare spoiler. Stiamo parlando di un gioco concepito per essere puro gameplay e nulla più.

Risultati immagini per dystoria

Dystoria si finisce in circa 3 ore. L’inuco motivo per rigiocarlo è di migliorare il proprio punteggio dei livelli, suddivisibile in tre parti: nemici uccisi, tempo di completamento e numero di Nucleons trovati. Oltre a ciò, potremo esplorare nuovamente tutti e 18 livelli per trovare le 18 parti di un’astronave leggendaria. Se tutto andrà bene e se ne avrete la pazienza, potrete arrivare anche a 5 ore di gioco.